13 Giu 18 - Le persone di Areas

Le persone di Areas: Matteo Villani

Come ti chiami? Qual è il tuo ruolo? Da quanto tempo sei in azienda?

Matteo Villani, il mio ruolo in azienda è di area manager regional, lavoro in Areas Italia da Febbraio 2005, da più di 13 anni

Quale è stato il tuo percorso di crescita in azienda?

Ho iniziato nel 2005 come responsabile junior all’interno del punto vendita di San Martino, in autostrada, per poi dal 2006 diventare responsabile senior occupandomi dei vari settori presenti all’interno del punto vendita.
Nel 2007 sono diventato direttore del punto vendita di San Martino
Dal 2010 sono diventato Area Manager Regional dell’area nord est autostradale
Dal 2014 ho allargato la mia area di competenza aggiungendo anche i locali del centro Italia

Quali sono le competenze che bisogna avere per svolgere al meglio il tuo ruolo?

Le competenze sono molteplici come ad esempio saper definire il budget dei punti vendita e i risultati da raggiungere e gestire il conto economico del singolo punto vendita.
Bisogna essere in grado di coordinare e dirigere il personale di ogni punto vendita, controllando che il lavoro sia organizzato nel modo corretto.
È necessario saper formare il personale direttivo e assicurarsi che questo abbia trasmesso agli altri operatori tutte le informazioni necessarie sia per quanto riguarda le iniziative all’interno del punto vendita sia per quello che riguarda la qualità, l’ambiente e la sicurezza.
Nel mio ruolo bisogna inoltre avere capacità commerciali, saper valutare le performances del singolo punto vendita e cercare di uniformarle a quelle dei punti vendita che performano meglio. Anche monitorare la concorrenza per poter garantire all’azienda la competitività è una capacità richiesta.
Un altro aspetto importante è quello di gestire il rapporto con gli enti esterni, come Società Autostrade, le compagnie petrolifere e le società di manutenzione.

La difficoltà maggiore che hai incontrato nel tuo percorso in azienda?

Riuscire a fare tutto con il tempo a disposizione

Il bello del tuo lavoro? Il brutto del tuo lavoro?

Quello preferisco del mio lavoro è: 

  • la gestione delle risorse umane: riuscire a fare squadra portando avanti un obiettivo comune
  • poter sempre “mettere del mio” sotto ogni aspetto per riuscire ad ottenere i risultati chiesti dall’azienda
  • ​​​​​​non è un lavoro monotono dato che spazia su molti fronti: dalle risorse umane, ai prodotti, alle vendite, alla qualità, etc..
  • si impara sempre qualcosa di nuovo
  • lavorare in un’azienda dove non sei un numero ma una persona che viene considerata ed ascoltata e dove vige la meritocrazia

La mancanza di tempo per riuscire a fare tutto invece è la parte che mi piace meno del mio lavoro. 

L’ultima cosa che fai prima di concludere una giornata di lavoro?

 Controllare di aver fatto tutto quello che avevo da fare e confrontami con il mio referente

Descriviti con 3 parole: 

Positivo, curioso, intraprendente

Con quale metafora descriveresti il tuo lavoro?

Un fiume in piena

Se il tuo lavoro fosse un piatto o una specialità culinaria quale sarebbe?

Spaghetti aglio olio e peperoncino

Le parole che non dimenticherai?

Quando mi hanno detto: ce ne fossero come te

Una sfida per il futuro? 

Riuscire ad ampliare e migliorare le mie competenze

ll tuo motto?

Crederci sempre non arrendersi mai