17 Mag 18 - Le persone di Areas

LE PERSONE DI AREAS: Daniela Dell’Infante

Come ti chiami? Qual è il tuo ruolo? Da quanto tempo sei in azienda?

Sono Daniela Dell’Infante, mi occupo di gestione e amministrazione del personale e sono in azienda dal 13/06/2013

Quale è stato il tuo percorso di crescita in azienda?

Ho iniziato a giugno del 2013 come barista part-time per la stagione estiva all’aeroporto di Linate, è stato un periodo molto intenso ma appagante, al termine del contratto non ho potuto accettare la prosecuzione poiché avevo intenzione di proseguire gli studi. L’estate dopo mi hanno contattato nuovamente e al termine del contratto stagionale me ne hanno proposto uno di assunzione, che ho accettato volentieri: mi piaceva molto l’ambiente di lavoro, il contatto col pubblico e il rapporto positivo instaurato coi miei colleghi.
Nel 2015, in occasione di Expo, mi hanno chiesto se ero disponibile ad affiancare il direttore dei punti vendita MyChef in Expo in qualità di assistente e ovviamente non ho potuto rifiutare. Grazie alla formazione del mio responsabile, ho imparato ad occuparmi della gestione del personale (turnistica, ecc) e dell’amministrazione del punto vendita. I 6 mesi di Expo sono stati straordinari, hanno richiesto molto impegno ma hanno regalato molte soddisfazioni personali. Al termine per mia fortuna, la collega che si occupava di amministrazione del personale in Sede è andata in pensione e l’azienda, considerando il mio percorso, mi ha offerto la sua posizione. Ho ricevuto una prima formazione dal responsabile del mio ufficio e ho seguito corsi di formazione specifici.

Quali sono le competenze che bisogna avere per svolgere al meglio il tuo ruolo?

Senza dubbio, data la delicatezza degli argomenti che tratto al lavoro, c’è bisogno di competenze della normativa vigente e la sua relativa applicazione. Ho acquisito queste competenze sia teoriche che pratiche ma, come si suol dire, c’è sempre da imparare…

La difficoltà maggiore che hai incontrato nel tuo percorso in azienda?

La difficoltà maggiore credo di averla incontrata durante il periodo di Expo, oltre la quotidiana operatività ho dovuto imparare la parte gestionale e amministrativa in una situazione molto stressante ed impegnativa (ma lo rifarei mille volte… ). È stato il momento utile per acquisire molte competenze!

Il bello del tuo lavoro? Il brutto del tuo lavoro?

Il bello è il lavorare in ambito HR, settore di cui sono sempre stata molto interessata e mi ritengo fortunata perché avendo lavorato per la stessa azienda anche operativamente, sono facilitata nel capire le dinamiche dei punti vendita.
Il brutto nel mio attuale lavoro non esiste, invece lavorando come barista trovavo faticoso il lavoro su turni.

L’ultima cosa che fai prima di uscire dall’ufficio?

Organizzo il lavoro per il giorno dopo e saluto i miei colleghi

Descriviti con 3 parole.

Socievole, Intraprendente, ottimista

Con quale metafora descriveresti il tuo lavoro?

“l’unione fa la forza” , tutti lavoriamo per un unico obbiettivo: il bene aziendale

Se il tuo lavoro fosse un piatto o una specialità culinaria quale sarebbe?

La lasagna!

Le parole che non dimenticherai.

Gli apprezzamenti dei miei responsabili per il buon lavoro svolto.

Un sfida per il futuro? 

Mi piacerebbe approfondire le mie competenze seguendo corsi propedeutici alla mia crescita professionale e incrementare la conoscenza delle lingue.

ll tuo motto.

“Mira alla luna e se la manchi sarai sempre tra le stelle”  – cit . Cecelia Ahern